In questo periodo le zecche si riattivano alla ricerca di un ospite da parassitare per nutrirsi; caldo e erba alta sono le condizioni ideali per loro. Nonostante in commercio esistono diversi prodotti validi e in diverse formulazioni, vale la pena ricordare che in un ambiente super infestato come un prato ad erba alta ( magari pascolo di animali ) o zone rurali particolarmente frequentate da animali selvatici come oasi o riserve o boschetti urbani, è buona abitudine controllare il vostro cane al ritorno dalla passeggiata.

Le zone preferite dalle zecche sono le pieghe delle orecchie, il padiglione interno, le ascelle, l’inguine, il collo… ma in generale tutto il corpo! Bastano 5 minuti di coccole e spazzolata post- passeggiata per essere sicuri di non riportarsi a casa sgraditi ospiti che magari si nascondono per giorni nel pelo dei vostri amici, portando pericolose malattie infettive.

Una carezza lenta il tutto il corpo può farvi percepire una piccola sporgenza come un nodulino che non avete mai sentito prima. Allargando il pelo potreste notare un ragnetto nero a 8 zampe attaccato solo per la testa alla pelle del vostro amico; in questo caso bagnate la zecca con alcool denaturato e tiratela ruotando contemporaneamente cosi da staccarla senza lasciare la testa nella pelle. Esistono anche delle pinzette togli zecca in commercio.

N.B. Le zecche non vanno sottocute! Se non sporgono con il corpo e le zampette allora non sono zecche!

Articoli simili